Eiaculazione Precoce: qual è il principale muscolo coinvolto e come rafforzarlo per contrastarla

Descrizione

 

In questo video viene spiegato cos’è l’eiaculazione precoce e viene distinta in:
✅ Primaria
✅ Secondaria

Viene illustrato anche il processo eiaculatorio, che consta di due stadi:
1. Contrazione delle vescicole seminali, dove si produce lo sperma
2. Contrazioni ritmiche dei muscoli genitali, che spingono il liquido seminale all’esterno.

Gli esercizi di ginnastica intima aumentano:
✅ La forza della muscolatura pelvica
✅ La percezione
✅ La consapevolezza
✅ La capacità di focalizzarsi sul momento dell’eiaculazione.

In sintesi grazie agli esercizi si migliora la sensibilità, la coordinazione, la concentrazione e la capacità di gestire i muscoli interessati. E tutto questo permette di aumentare il piacere controllando il momento dell’eiaculazione.

Trascrizione del video per non udenti

Ciao, sono Simona Oberhammer e in questo video ti parlerò dell’eiaculazione precoce e poi ti parlerò dell’ esercizio molto utile in caso di questo disturbo: si tratta della ginnastica pelvica o ginnastica intima, che offre buoni risultati nel caso di questa problematica. Comincio però prima col darti qualche informazione generale su questo disturbo, sull’eiaculazione precoce, per poi farti comprendere meglio  come funzionano le tecniche di allenamento pelvico, di ginnastica pelvica.

Cos’è l’eiaculazione precoce?

Innanzitutto voglio definire più precisamente che cos’è l’eiaculazione precoce. Si parla di eiaculazione precoce quando l’uomo non controlla la venuta dell’orgasmo che accade in pratica all’improvviso senza la capacità di gestire il liquido seminale.

In realtà raggiungere l’orgasmo velocemente in particolari situazioni è una cosa assolutamente normale. Se però succede sistematicamente con qualsiasi partner e in qualsiasi condizione si tratta di un disturbo che va affrontato.

Considera che è un disturbo piuttosto diffuso: si parla di 4 uomini su 10 che soffrono di questo disturbo. E nel 10 percento dei casi circa di eiaculazione precoce l’uomo raggiunge l’orgasmo, quindi arriva subito ad eiaculare durante la fase dei preliminari. Invece più spesso, cioè nel restante 90 percento dei casi, l’uomo riesce a sostenere i preliminari, anche se si protraggono per diverso tempo, ma è praticamente incapace di controllare l’eiaculazione quando arriva il momento della penetrazione.

Eiaculazione precoce prima e secondaria

Ci sono più precisamente due forme di eiaculazione precoce. L’eiaculazione primaria è quando l’uomo in pratica ne soffre da sempre, da sempre è stato il suo problema, già dai primi rapporti sessuali.

Poi c’è l’eiaculazione precoce secondaria, che si manifesta dopo un periodo di rapporti sessuali nella norma e all’improvviso si manifesta oppure si manifesta anche solo in certi periodi.

Ma come avviene l’eiaculazione? Ti do qualche informazione meglio per comprendere meglio poi come funziona l’allenamento pelvico, che può aiutare in questa situazione.

I due stadi del processo eiaculatorio

Il processo eiaculatorio è costituito da due stadi. Il primo stadio inizia con la contrazione delle vescicole seminali, che sono quelle vescicole che producono parte dello sperma. Sono un serbatoio del liquido seminale e l’eiaculazione inizia con una contrazione della prostata, che è la ghiandola che si trova sotto la vescica e produce parte del liquido.

Il secondo passo, cioè la seconda fase è costituita da delle contrazioni ritmiche dei muscoli genitali, che spingono poi il liquido fuori. Quindi, durante l’eiaculazione, come anche nel meccanismo erettivo, sono coinvolti i muscoli del pavimento pelvico. E ora ti mostro quali sono. Ti mostro anche questa muscolatura in questa immagine, in questa slide e la puoi vedere in azzurro. È una muscolatura quindi che, come puoi vedere, va dall’osso pubico, alla parte del coccige e da questa muscolatura passano appunto il retto e l’uretra, facendo fuoriuscire l’urina dalla vescica appunto verso l’esterno.

Ora, ritornando al processo dell’eiaculazione, come ti ho detto è fortemente collegato anche alla muscolatura pelvica, che ti ho appena mostrato.

Trascrizione del video per non udenti

Ora, ritornando al processo dell’eiaculazione, come ti ho detto, è fortemente collegato alla muscolatura pelvica che ti ho appena mostrato. Infatti, l’eiaculazione, pur durando pochi secondi, non è un unico processo, ma avviene in due fasi. Allora, nella prima fase, con la contrazione concomitante dei muscoli pelvici, lo sperma viene sospinto fuori dai testicoli e messo nel condotto differente collegato al pene. Si raccoglie alla base dell’uretra in attesa dell’espulsione nell’atto finale eiaculatorio. Poi, nella seconda fase, che accade a brevissima distanza, i diversi fasci dei muscoli pelvici, per esempio il muscolo ischio – cavernoso e il bulbo cavernoso si contraggono e il liquido seminale proprio attraverso l’uretra viene spinto fuori.

Normalmente la contrazione dei muscoli pelvici nella fase eiaculatoria è un atto involontario, ma se si apprende la ginnastica intima e si inizia ad eseguire l’allenamento pelvico, è possibile riconoscere la differenza tra le due fasi e allungare i tempi di risposta della contrazione finale e di conseguenza aumentare la durata del rapporto. In pratica, con una buona condizione del pavimento pelvico e con una buona capacità di saper contrarre e rilassare il pavimento pelvico un uomo, che ha un buon allenamento del pavimento pelvico, è capace di guidare le fasi del piacere. Se invece i fasci muscolari pelvici sono deboli o sono poco percepiti e c’è poca consapevolezza, poca percezione e poco senso di padronanza, è molto più facile che si instauri un’eiaculazione precoce. Ecco perché per rallentare l’eiaculazione è così importante imparare la ginnastica pelvica.

Pensa che secondo diverse ricerche scientifiche, l’eiaculazione precoce risulta un problema che si manifesta soprattutto quando l’uomo non riesce a riconoscere le sensazioni che preludono l’orgasmo. In pratica, l’uomo che soffre di eiaculazione precoce non è in grado di focalizzare il momento esatto in cui sarebbe necessario concentrarsi per fermare l’eiaculazione. Questo risulta da diverse ricerche che sono state fatte negli Stati Uniti.

Quindi, sulla base di questa teoria, imparare gli esercizi di ginnastica pelvica è molto utile perché, oltre a potenziare tutta la muscolatura pelvica, si aumenta la percezione, la consapevolezza e la capacità di focalizzarsi sul momento dell’eiaculazione, imparando così a gestirla.

Con gli esercizi, in generale appunto con gli esercizi pelvici di ginnastica intima l’uomo, ottenendo una maggiore consapevolezza del suo apparato genitale, acquisisce gradualmente la capacità di controllare le sensazioni orgasmiche e di controllare l’eiaculazione. In pratica attraverso gli esercizi si migliora la sensibilità e la coordinazione e la concentrazione e la capacità di gestire questi muscoli. Ma non solo, con la ginnastica intima aumenta anche il piacere. Infatti, essere capaci di tenere sotto controllo le fasi del piacere sessuale aiuta gli uomini non solo a migliorare la prestazione sessuale, ma anche proprio a intensificare le sensazioni. Quando si diventa capaci di gestire la muscolatura pelvica, sensibili sulle percezioni pelviche, anche il piacere tende ad essere più intenso.

Trascrizione del video per non udenti

La ginnastica pelvica è quindi una ginnastica che aiuta molto. Può essere imparata facilmente. Pensa che come da piccoli ogni uomo ha imparato a controllare l’emissione del flusso urinario, nello stesso modo può imparare a controllare l’emissione dello sperma, perché i muscoli che si utilizzano – e sono i muscoli pelvici – sono gli stessi. Quindi, come si è imparato a controllare un flusso, cioè il flusso urinario, si può altrettanto imparare a controllare il flusso dello sperma.

La ginnastica pelvica è quindi una ginnastica molto utile, che purtroppo però manca, per esempio anche nelle palestre non viene insegnata o molto raramente viene insegnata e soprattutto deve anche essere insegnata nel modo corretto.

Per quanto riguarda questa ginnastica, ho osservato nelle persone quanto la sua mancanza fosse causa di disturbi e ho addirittura scritto un libro sulla ginnastica intima. Il libro è dedicato alle donne, è Ginnastica intima per donne, ma il mio metodo di ginnastica intima, il metodo Gymintima, ha esercizi sia per le donne che per gli uomini.

Per conoscere i segreti della ginnastica del pavimento pelvico vai a questo indirizzo web, lo trovi anche in descrizione. Avrai inoltre dlele informazioni sul videocorso di ginnastica intima con gli esercizi specifici per il disturbo che vuoi affrontare oppure che vuoi prevenire.

Bene, per questo video è tutto. Se lo hai trovato utile, mi farà piacere se lo condividerai e mi farà anche piacere leggere i tuoi commenti, che puoi scrivere qui sotto. Se non hai fatto ancora l’iscrizione al mio canale Youtube, ti invito a farlo in modo da essere informato sui miei nuovi video e ti ringrazio se vorrai mettere il “mi piace” a questo video. A presto, ciao.

Trascrizione del video per non udenti

Commenta con Facebook