Gravidanza, parto e post partum sereni allenando i muscoli che sorreggono il bimbo


 

In questo video vengono dati dei consigli per poter vivere al meglio la gravidanza, il parto e il post partum.

Il modo migliore per affrontare questi momenti è quello di lavorare sulla muscolatura pelvica con la ginnastica intima. Questi esercizi sono davvero fondamentali per portare avanti la gravidanza in modo facile e senza disturbi e per prepararsi bene al parto.

Diventano addirittura fondamentali in presenza di debolezza dei muscoli pelvici perché agiscono da una parte rinforzando il pavimento pelvico e dall’altra insegnano come rilassarlo.

È altresì utile per riprendersi dal parto e per riappropriarsi della propria silhouette, nonché per riuscire a riavere dei rapporti sessuali soddisfacenti e non problematici.

È importante sottolineare che si tratta di esercizi non soltanto semplici, ma che oltretutto si possono fare anche mentre si è impegnati a fare altro (per questo motivo sono detti esercizi invisibili).

 

 

Trascrizione del video per non udenti

Ciao, sono Simona Oberhammer e in questo video ti voglio dare alcune informazioni riguardo alla gravidanza e al parto, per avere una gravidanza migliore e un parto più facile attraverso una ginnastica speciale, che si chiama ginnastica intima. È una ginnastica molto semplice e anche molto facile da fare, che si può fare anche in diversi momenti della giornata, perché si può fare addirittura mentre si fa altro, che permette di portare avanti bene la gravidanza, di avere un buon parto e anche un’ottima ripresa post partum, cioè permette di riprendersi bene anche dopo il parto.

Cos’è la ginnastica intima

Allora, prima di tutto ti spiego di cosa si tratta questa ginnastica intima. È una ginnastica di cui io ho scritto anche un libro. La ginnastica intima riguarda la muscolatura pelvica, cioè quella che chiude la base della pelvi. È una muscolatura, la muscolatura pelvica, che non tante donne conoscono e quindi, se per caso non la conosci e dici ma cos’è questa muscolatura pelvica, non ti preoccupare. Quando sono, per esempio, alle mie conferenze e chiedo alle donne: “Chi conosce la muscolatura pelvica alzi la mano”, non sono tante a farlo. La ginnastica intima lavora su questa muscolatura e lavora su due condizioni importanti: uno, nel rafforzarla e, due, nell’essere capace anche di rilassarla, perché deve essere forte per non avere poi problemi durante la gravidanza o dopo il parto, per riprendersi bene, quindi per esempio per riprendere bene tutte le funzioni e questa muscolatura è anche coinvolta nel mantenere la pancia piatta, quindi per riprendere anche la propria silhouette e nello stesso tempo quindi deve essere forte, ma deve essere anche capace di rilassarsi, perché se non si è in grado di rilassarla, il parto diventa molto più difficile, la dilatazione diventa molto più difficile.

Riassumendo abbiamo appunto questa correlazione importante tra la gravidanza e la ginnastica intima, dove gli esercizi di ginnastica intima sono utilissimi per portare avanti al meglio la gestazione e come preparazione al parto, sono veramente fondamentali come preparazione al parto.

Trascrizione del video per non udenti

La ginnastica intima diventa addirittura veramente indispensabile nel caso ci sia una debolezza pelvica o una mancanza di elasticità del pavimento pelvico. Ci sono per esempio delle donne che vengono da me e mi dicono: “Dottoressa, io dopo il primo parto ho iniziato ad avere delle piccole perdite di urina, qualche goccia di urina ogni tanto” oppure “durante il parto facevo più fatica a trattenere l’urina”. Ecco, in quel caso la muscolatura pelvica ha ancora più bisogno di essere tonificata oppure una debolezza pelvica potrebbe – non è detto, però potrebbe esserci – se in famiglia per esempio la mamma o la nonna soffrono di prolasso dell’utero, di prolasso della vescica oppure di altri tipi di prolasso o di ptosi, cioè di leggeri abbassamenti degli organi oppure se appunto soffrono di incontinenza urinaria, quindi dell’involontaria perdita di urina. In ogni caso, se questa debolezza non c’è tanto meglio, perché non sempre è detto che ci sia per fortuna, la ginnastica intima permette di mantenere questo pavimento pelvico tonico ed integro.

Ricordati che il pavimento pelvico è anche particolarmente collegato con i muscoli perivaginali, con la muscolatura perivaginale, cioè in parte questa muscolatura pelvica è perivaginale, ed è molto collegata anche con la sessualità, con il piacere sessuale. Quindi, se durante la gravidanza viene mantenuta forte e tonica, anche la sessualità ne beneficia.

Ginnastica intima e parto

Vediamo anche alcune informazioni sul parto e la ginnastica intima. Sul momento, sulla fase del parto ti voglio dire che un buon allenamento dei muscoli pelvici li rende più elastici e più pronti ad estendersi. Insegna inoltre, come ti anticipavo prima, a rilassarli.

L’ultima fase del parto, quella espulsiva, avviene tanto più facilmente quanto più la donna riesce a rilassarsi. Quindi imparare a sciogliere i muscoli pelvici, a essere capace a distenderli è di grande aiuto in quella fase decisiva, cioè durante la nascita del bambino.

È inoltre importante ricordare che il parto vaginale, pur essendo un atto fisiologico naturale, in qualche modo altera la funzionalità pelvica. Quindi praticare gli esercizi già prima, all’inizio della gravidanza o ancora meglio prima della gravidanza, per esempio, se ascolti questo video e sei alla ricerca di un bimbo, inizia a praticarli da subito, ti saranno ancora più utili, quindi, inizia a praticarli anche se sei alla ricerca di un bimbo, perché ne beneficerai ancora di più. Considera che anche tutti i processi di rigenerazione, quelli appunto che avvengono dopo il parto, sono molto più veloci se la muscolatura pelvica è in buono stato, è tonica, perché gli esercizi di ginnastica intima aiutano non solo a rinforzare i muscoli, ma anche le strutture connettivali. Le fasce endopelviche infatti sono sottoposte ad uno stiramento molto intenso durante il parto e gli esercizi, grazie anche all’azione sul sistema circolatorio, nutrono i tessuti cellulari e facilitano la riparazione dei danni da trazione che per forza ci sono appunto durante il parto per via vaginale. Viene quindi favorita, attraverso questi esercizi, la produzione di nuovo collagene per riformare le cellule compromesse e la struttura fasciale si rigenera in tempi molto più brevi.

Post partum e ginnastica intima

Poi un’ultima informazione che ti voglio dare è il collegamento con il post partum e la ginnastica intima, cioè dopo, in quella fase delicata, che è la fase dopo il parto e questi esercizi sulla muscolatura pelvica. Nel periodo che segue il parto il potenziamento pelvico è uno dei primissimi interventi necessari per una buona ripresa. Per esempio, diverse donne nel tentativo anche di recuperare al più presto una bella pancia piatta, un corpo snello, si sottopongono a programmi intensivi in palestra. Spesso però uno sforzo fisico intenso di questo tipo dopo il parto, quando la struttura pelvica è ancora indebolita dalla recente sollecitazione, quindi dal parto, non aiuta, anzi può danneggiare. Invece è fondamentale prima assicurarsi una buona tonicità pelvica e poi passare alla tonificazione della muscolatura addominale. Lavorare sugli addominali senza aver precedentemente agito sui muscoli pelvici, significa solo sforzare ancora di più questi ultimi.

Trascrizione del video per non udenti

Un’altra informazione che riguarda il post partum è quella sulla sessualità. Per molte donne subito dopo il parto riprendere i rapporti sessuali, fare l’amore è più difficile. Per esempio, si può sentire o un dolore o un senso di rilassamento eccessivo, perché è normale, perché il corpo deve riassestarsi dopo questi cambiamenti, dopo appunto il parto.

La ginnastica intima invece aiuta a ripristinare la muscolatura, anche quella perivaginale e restituisce quindi sensibilità e piacere al rapporto sessuale. Per conoscere i segreti della ginnastica del pavimento pelvico, vai a questo indirizzo web, lo trovi anche in descrizione. Avrai inoltre delle informazioni sul videocorso di ginnastica intima con gli esercizi specifici per il disturbo che vuoi affrontare oppure che vuoi prevenire. E non ultimo la ginnastica intima aiuta per evitare l’episiotomia, che spesso viene praticata durante il parto. Quindi, se la fai in gravidanza, puoi riuscire ad evitare l’episiotomia, se invece hai subito un’episiotomia o magari sei al secondo parto o semplicemente ascolti questo video per tuo interesse e hai subito un’episiotomia, fare la ginnastica intima significa migliorare moltissimo questa parte e ridar forza a questa parte, che invece è rimasta indebolita, quindi rivascolarizzarla e rigenerarla evitando i danni che dà questo intervento. Quindi ti ho illustrato i benefici di questa ginnastica per la gravidanza, per il pasto e per il post partum, però ti consiglio dopo questa mia prima breve introduzione per farti capire che veramente gli esercizi sono semplici sebbene ti possono davvero aiutare moltissimo nella gravidanza, parto e post parto, ti consiglio di andare a vedere il video completo, dove ti posso guidare attraverso diversi spiegazioni e dove vedi anche un esercizio che ti aiuta a muovere il bacino, che è spiegato attraverso un video.

Bene, quindi termino dicendo che la ginnastica intima è davvero fondamentale in maternità, davvero tutte le donne dovrebbero conoscerla, invitandoti a sperimentarla in modo più completo, cosa che non riesco a fare in questo breve video, in modo che tu la possa apprendere subito.

Per questo video è tutto. Mi farà piacere leggere i tuoi commenti. Se non sei ancora iscritto al mio canale Youtube, ti invito a farlo, in modo da ricevere tutti i miei video, informazioni e anche le mie novità. Ti ringrazio se vorrai mettere il “mi piace” a questo video. Ciao.

Trascrizione del video per non udenti

 

 

Commenta con Facebook