Orgasmo femminile: fare l’amore con più piacere grazie alla Ginnastica pelvica

Questo video si focalizza sull’importanza della ginnastica intima, che interessa tutti i muscoli perivaginali e la muscolatura alla base del bacino. Già negli anni 50 Kegel, ginecologo americano, evidenziò come tali esercizi aumentassero nelle donne la capacità di provare l’orgasmo, intensificando il piacere. Il metodo Gymintima racchiude e compendia diverse tecniche, volte ad aumentare:

  • La vascolarizzazione dell’area vaginale
  • La consapevolezza dei muscoli del pavimento pelvico
  • La percezione di determinati muscoli

Viene spiegato cos’è la muscolatura pelvica, la quale, nonostante rivesta un ruolo determinante nel raggiungere l’orgasmo, è sconosciuta alla maggior parte delle persone.

Trascrizione del video per non udenti

Ciao, sono Simona Oberhammer e in questo video ti parlerò dell’orgasmo femminile e della possibilità di renderlo più intenso e di percepirlo meglio attraverso la ginnastica intima.

La ginnastica intima ti premetto che è una ginnastica che muove i muscoli perivaginali e la muscolatura alla base del nostro bacino, molto importante per tutta una serie di disturbi e anche per il benessere in generale e inoltre per percepire meglio il piacere sessuale.

Io sulla ginnastica intima ho scritto un libro, Ginnastica intima per donne, dove appunto tratto le varie condizioni in cui è utile la ginnastica intima e tra queste anche la sessualità femminile.

Quindi, in questo video ti do alcune informazioni su quello che è l’orgasmo femminile e su come lo vivono le donne.

Come le donne vivono l’orgasmo

A me molto spesso le donne raccontano i loro vissuti riguardo la sessualità, perché io lavoro molto con le donne nella Via femminile, dove si lavora interiormente sulla propria femminilità e dove emergono anche le sensazioni riguardo alla sessualità, che comunque è una parte importante nella completezza di una donna. Quindi, cosa vorrebbero le donne dal piacere e dall’orgasmo? Quello che sento dire più spesso – valuta anche tu se ti ritrovi in quello che sto dicendo – è che dicono: “Vorrei vivere un piacere più intenso, non mi appaga quello che provo mentre faccio l’amore. Quindi, vivo un piacere, ma vorrei renderlo più intenso”. Oppure: “Per me è difficile raggiungere l’orgasmo durante il rapporto sessuale”. O ancora: “Mentre faccio l’amore, l’orgasmo arriva, però è debole, è breve” e chiedono: “Non c’è modo di renderlo più intenso?” O ancora: “Sono sempre alla ricerca delle mie zone erogene, è quello che chiedo anche al mio partner, o del punto G. Comunque il mio rapporto sessuale rimane poco soddisfacente”. Altre dicono: “L’anorgasmia è un mio problema da sempre e mi chiedo se c’è una soluzione”. O ancora: “Sento piacere quando faccio l’amore, ma sono alla ricerca di qualcosa di più lungo, di più intenso”. E quello che noto è che tutte queste frasi spesso non coincidono con il fatto, come spesso si pensa, che non hai il partner giusto, quello non è l’uomo che ami, quello non è l’uomo per te, lui non ci sa fare. No, coincidono anche con dei rapporti di coppia che sono positivi, eppure il piacere rimane qualcosa di lontano, cioè pur desiderando queste donne il loro compagno oppure sentendosi in un rapporto di coppia equilibrato, comunque fanno fatica ad entrare in un piacere che le appaghi, che faccia sentire loro una completezza nella loro sessualità e sensualità.

Ecco, il piacere sessuale in realtà dipende da tantissimi fattori, però tra questi ce n’è uno importante, che devo dire che praticamente non è quasi mai considerato, che riguarda la muscolatura pelvica. E adesso ti spiego di cosa si tratta e quindi ti propongo proprio una nuova soluzione attraverso la ginnastica intima. Innanzitutto ti dico che se tu non sapessi cos’è la muscolatura pelvica, non ti preoccupare. Quando sono ai miei corsi o durante le mie conferenze tante volte chiedo: “Alzi la mano chi sa cos’è la muscolatura pelvica” e devo dire che non sono in tanti a farlo, perché non è una muscolatura di cui si parla, che si conosce. Non viene utilizzata negli esercizi ginnici, non viene particolarmente studiata e devo dire che anche quando ho scritto il mio libro e ho dovuto scrivere tutta la parte anatomica, ho dovuto cercare tanto perché c’è poco veramente anche a livello medico – scientifico su questa muscolatura. Questa muscolatura contiene anche la vagina, che è particolarmente coinvolta a livello sessuale ed è perivaginale, cioè avvolge la vagina. E infatti qui te la mostro meglio.

Trascrizione del video per non udenti

Come puoi notare dall’immagine, la parte fucsia è quella della muscolatura pelvica e questa muscolatura circonda la vagina e aiuta ad avere una migliore percezione sessuale.

Ti faccio un esempio sulla possibilità di aumentare la percezione sessuale con quello che mi raccontano delle partecipanti ai corsi di ginnastica intima. Per esempio, qualcuna mi ha detto: “Ho iniziato a praticare gli esercizi di ginnastica intima per risolvere alcuni disturbi pelvici a livello ginecologico e dopo un certo tempo mi sono accorta che il mio piacere sessuale era aumentato”. Oppure: “Praticando il metodo Gymintima ho iniziato a vivere un orgasmo più pieno, più profondo” e anche ad esempio alcune donne dicono: “Il mio compagno dice che da quando pratico la ginnastica intima anche lui avverte più piacere sessuale”.

Arnold Kegel

È possibile tutto questo? Sì, è possibile e fu documentata questa cosa nei lontani anni 50 dal ginecologo il dottor Arnold Kegel, ginecologo americano, che aveva iniziato ad elaborare alcuni esercizi di movimento della muscolatura pelvica per pazienti che soffrivano di incontinenza urinaria o di prolasso dell’utero e notò che, come effetto concomitante, oltre a migliorare notevolmente questi disturbi, queste donne dicevano di avere orgasmi più appaganti o alcune che non avevano mai avuto un orgasmo dicevano: “Io ho iniziato ad avere i miei primi orgasmi”. Questo perché la muscolatura pelvica, essendo perivaginale, aumenta notevolmente il piacere e contemporaneamente è anche quella muscolatura coinvolta durante le pulsazioni che accadono durante l’orgasmo. Quando c’è l’orgasmo avvengono come delle pulsazioni, che coinvolgono anche la muscolatura pelvica.

Kegel queste tecniche le imparò, pensa, anche da tecniche orientali o da discipline che lavoravano molto sul corpo. Poi purtroppo nella medicina ufficiale questi esercizi si sono poco diffusi, purtroppo.

Il metodo Gymintima

Io quello che ho fatto successivamente è stato di raccogliere le varie tecniche e di integrarle nel metodo di ginnastica intima, il metodo Gymintima.

Io personalmente queste tecniche, che erano un po’ diciamo tecniche, anche se mi ripeto, le ho rese più fluide, più armoniche, lavorando anche in una creatività, in una percettività, perché le ho inserite nel flusso di quello che è stato l’insegnamento di una donna, il suo nome è Mila Raisse, che mi ha guidato nella Via femminile e che mi ha insegnato che, oltre alla parte muscolare tecnica, è importante anche l’armoniosità del corpo e la fluidità con cui vengono elaborate. Quindi non deve essere semplicemente un “faccio un esercizio ginnico”, ma deve essere anche “un percepisco questa mia parte intima – infatti il nome è ginnastica intima – in un modo da connettermi con la mia femminilità”. E in questo modo sicuramente si favorisce meglio un orgasmo più intenso.

Trascrizione del video per non udenti

Per conoscere i segreti della ginnastica del pavimento pelvico, vai a questo indirizzo web, lo trovi anche in descrizione. Avrai inoltre delle informazioni sul videocorso di ginnastica intima con gli esercizi specifici per il disturbo che vuoi affrontare oppure che vuoi prevenire.

Questo aumenta la percezione di tutta l’area vaginale. Ricordati che l’area vaginale è intensamente innervata e una migliore vascolarizzazione, una migliore tonificazione muscolare sensibilizza la zona. Inoltre migliora anche la percezione a livello vulvare, a livello clitorideo e aumentando l’intensità del piacere.

Inoltre, ricordati anche questo, che quando vai a portare la tua consapevolezza alla zona del bacino, a questa zona intima, che viene un po’ esclusa dalle nostre percezioni interiori, viene un po’ lasciata a sé, utilizzata diciamo a livello consapevole solo in certi momenti. Invece questa consapevolezza, questo movimento di questa muscolatura ti aiuta ad entrare meglio in connessione con quella che è la parte più simbolica del femminile: utero, vagina, cioè quelli che sono gli organi più rappresentativi del femminile.

Bene, per questo video è tutto. Se lo hai trovato utile, ti ringrazio se vorrai mettere il “mi piace”. Mi farà piacere leggere i tuoi commenti, che puoi inserire qui sotto. Se non sei ancora iscritta al mio canale Youtube, ti invito a farlo, in modo che potrai ricevere così i miei video e i miei aggiornamenti. A presto, ciao.

Trascrizione del video per non udenti

Commenta con Facebook